10° pacchetto di sanzioni contro la Russia | DB Group

10° pacchetto di sanzioni contro la Russia

28 Febbraio 2023

Il 25 febbraio è stato pubblicato il decimo pacchetto di sanzioni che l’UE applicherà nei confronti della Russia, ad un anno dall’inizio del conflitto in Ucraina. Il regolamento UE 2023/427 del 25 febbraio 2023 modifica il regolamento UE 2014/833 introducendo ulteriori restrizioni e divieti nei confronti della Federazione russa, in particolare:

  • Soggetti ed entità listati - sono stati aggiunti circa 120 nuovi soggetti fisici e giuridici tra quelli listati: alti funzionari del governo russo e dell’esercito complici nella guerra in Ucraina, soggetti in posizioni di comando istituite dall’esercito russo nei territori occupati, figure chiave coinvolte nel rapimento di bambini ucraini, soggetti e organizzazioni responsabili di campagne di disinformazione a sostegno della guerra.
     
  • Maggiori divieti e restrizioni alle esportazioni – a seguito di rilievi effettuati sul campo nelle zone di conflitto, il nuovo pacchetto amplia l’elenco dei prodotti dual-use e delle tecnologie avanzate di vietata esportazione che consentirebbero, se non vietate, l’incremento delle capacità belliche russe; tra queste si annoverano:

    - componenti elettroniche destinate a sistemi d’armamento

    - camere termiche con applicazione militare

    - terre rare (elementi chimici utilizzati per la fabbricazione di prodotti tecnologici)

    - veicoli: autocarri, semirimorchi e mezzi speciali come motoslitte

    - beni che possono agevolmente essere reindirizzati all’esercito russo: generatori elettrici, binocoli, radar, bussole ...

    - componenti per le infrastrutture e l’edilizia e impianti industriali completi

    - beni essenziali per il funzionamento e il potenziamento della capacità produttiva russa (pompe, parti di macchinari, componenti elettroniche, macchinari per la lavorazione del metallo)

    - prodotti impiegati nell’aviazione.

    Al divieto di esportazione si aggiunge il divieto di transito di beni dual-use e armi da fuoco attraverso il territorio russo.

    Con questo pacchetto, l’UE sanziona circa il 49% delle esportazioni destinate alla Russia, per un valore totale superiore a 44 miliardi di Euro.

  • Ulteriori divieti all’importazione in UE: il nuovo pacchetto impone il divieto di importare bitume e materiali affini come l’asfalto e gomma sintetica e nerofumo, un pigmento prodotto dalla combustione di prodotti petroliferi pesanti; con queste misure, il 58% delle importazioni di merci russe in UE risulta colpito da sanzioni.
     
  • Altre misure riguardano il settore finanziario, l’attuazione di misure per facilitare i disinvestimenti in Russia da parte di operatori unionali e la messa al bando di alcuni operatori del settore delle comunicazioni.

 

L’UE amplia il numero di Paesi partner per coordinamento delle sanzioni contro la Russia (Australia, Canada, Nuova Zelanda, Norvegia) e sanziona entità iraniane che forniscono droni o simili ad uso militare prodotti con l’impiego di componenti originarie dell’UE.


Back to the news

La grande novità nel
mondo della consulenza
doganale
è arrivata!
Non fartela scappare!
Scopri di più