Attacchi missilistici a navi mercantili nell'area a sud del Canale di Suez | DB Group

Attacchi missilistici a navi mercantili nell'area a sud del Canale di Suez

29 Febbraio 2024

Qui puoi trovare tutte le ultime notizie relative agli attacchi alle navi cargo nel Mar Rosso e nel Golfo di Aden.

29.02.2024

Le tensioni sul Mar Rosso restano alte e costanti, così come gli attacchi da parte degli Houthi e della controparte americana e inglese. In quest’ultimi giorni il gruppo yemenita ha messo in difficoltà le attività di comunicazione internet tra Europa e Asia tranciando quattro cavi di comunicazione sottomarini tra l’Arabia Saudita e Gibuti.

Nel mentre i player del trasporto via mare stanno consolidando le loro nuove rotte che prevedono la circumnavigazione dell’Africa, nessuno dei principali vettori ha di fatto emesso annunci recenti sulla situazione di crisi comunicando, ad esempio, ulteriori cambi di orari o sovraprezzi.

La rotta sudafricana risulta solida, con costi più elevati e transit time più lunghi già previsti o quanto meno prevedibili. Le prime navi arrivate nei porti di destino italiani registrano una media di 16 giorni di ritardo rispetto a quanto previsto alla partenza dalla Cina.

Incertezze persistono sugli episodi di pirateria che si registrano nell’area del Corno d’Africa. Numerosi i potenziali attacchi a seguito di una minore concentrazione di “controlli” nell’Oceano Indiano. Tali attacchi seppure siano probabilmente non collegati alla crisi del Mar Rosso, stanno diventando comunque interconnessi.

Il team D.B. Group

 

17.01.2024

La situazione a sud di Suez non accenna a migliorare anzi, negli ultimi giorni, è aumentata la tensione nelle acque del Mar Rosso. Stati Uniti e Regno Unito hanno infatti iniziato a contrattaccare gli Houthi bombardandone alcune basi al fine di indebolire le capacità militari del gruppo sciita che, da settimane, minaccia cargo e petroliere occidentali.

Un’azione difensiva in risposta all’aumentare dei raid del gruppo armato yemenita contro i mercantili a sud del Canale di Suez (ad oggi si contano oltre 20 attacchi, da novembre). Tuttavia, queste manovre fanno temere un inasprimento delle risposte da parte degli Houthi.

Le ripercussioni sul trasporto via mare rimangono gravi e sempre più compagnie di navigazione per tutelare la sicurezza degli equipaggi hanno dirottato il traffico circumnavigando l’Africa, sacrificando l’efficacia e i tempi di consegna, che si allungano di non poco rispetto al tradizionale passaggio da Suez (anche di oltre 10 giorni).

Il servizio di Block Train, offerto da D.B. Group offre un’alternativa valida al trasporto via mare, soprattutto in questo periodo delicato tra la fine delle festività di fine anno e la peak season che anticipa il Capodanno cinese del 10 febbraio.

Due partenze già in programma: un alto volume di richieste ha portato al sold out del primo treno in meno di 3 giorni. Se non vuoi farti sfuggire questa opportunità clicca il link seguente per saperne di più o contattare direttamente il nostro team dedicato: Block_train_febbraio

Il team D.B. Group

 

04.01.2024

Gli attacchi dei ribelli Houthi nello Yemen stanno continuando a mirare le navi portacontainer nello stretto di Bab Al-Mandeb. I continui attacchi hanno portato alla sospensione delle operazioni nel Mar Rosso da parte di alcune delle principali compagnie di navigazione, tra cui Hapag-Lloyd, MSC e Evergreen e Maersk.

L’attuale realtà costringe le navi, la cui rotta passerebbe per il Mar Rosso, a decidere tra le seguenti possibili opzioni:

  • continuare a navigare seguendo la tratta commerciale standard;
  • cambiare rotta circumnavigando il continente africano.

 

La maggior parte delle navi sta optando per la seconda opzione doppiando il Capo di Buona Speranza. Ciò comporta un aumento del tempo di transito di almeno 10-20 giorni, nonché una generale tendenza ad un maggiore consumo di carburante dovuto anche all’aumentata velocità di rotta messa in gioco per contribuire a mitigare il problema dell’allungamento dei tempi di navigazione.

L'impatto di questa situazione è già evidente. Il traffico navale giornaliero nel Mar Rosso è diminuito più del 50%, mentre i ritardi nelle consegne sono aumentati sensibilmente soprattutto per la tratta Sud-Est asiatico verso Europa che sta registrando l’impatto maggiore finora. Un ulteriore aspetto che si sta riscontrando è il consistente aumento dei costi legati al trasporto navale, soprattutto in export dall’Asia con variazioni che portano ad un costo più che raddoppiato dei noli via nave. Scenario, questo, aggravato anche dalla maggiore difficoltà nel reperire container in origine, dati i dilatati tempi di rientro di quelli al momento in viaggio sia per l’import sia per l’export nonché la mancanza di garanzia sulle partenze settimanali e le schedule che possono subire costanti modifiche nelle date di partenza.

Gli attacchi Houthi stanno anche avendo un impatto sull'approvvigionamento di petrolio. Il colosso petrolifero BP ha, infatti, annunciato che momentaneamente non effettuerà più spedizioni nel Mar Rosso, il che sta contribuendo a far salire i prezzi del greggio e del gas.

Inoltre, un aggiuntivo impatto negativo nel breve periodo potrebbe essere rappresentato dai problemi di inventario a valle. I rivenditori, infatti, non hanno pianificato il tempo di consegna aggiuntivo richiesto da queste spedizioni, e dopo il picco della stagione degli acquisti durante le festività, è possibile che le scorte si esauriscano nelle prossime settimane.

La situazione in Mar Rosso è in evoluzione e le conseguenze per il commercio globale sono ancora incerte. I nostri team monitorano costantemente la situazione e possono aiutarti a trovare una soluzione alternativa valida.

Suggeriamo di differenziare il rischio pianificando in anticipo in base alla tassatività di arrivo e utilizzando diverse modalità di trasporto: via mare con diversi vettori, treno, una combinazione tra mare-aereo, via aerea. In generale, ti consigliamo di assicurare sempre le tue spedizioni. Contatta il tuo commerciale di riferimento per scoprire i servizi messi a disposizione e le altre possibilità di spedizione.

Il team D.B. Group

 

22.12.2023

A seguito degli attacchi alle navi cargo nel Mar Rosso e nel Golfo di Aden, si sono verificati rischi significativi e potenziali ritardi nella navigazione.

Di conseguenza, le compagnie di trasporto marittimo hanno interrotto le rotte attraverso il Mar Rosso, il Golfo di Aden e il canale di Suez, preferendo deviare le navi intorno al Capo di Buona Speranza.

Questa situazione bellica costituisce un caso di forza maggiore che legittima le compagnie marittime non solo a dirottare le navi già in viaggio, ma anche ad imporre costi aggiuntivi per le spedizioni in transito o dirette verso mercati legati al Mar Rosso (come, ad esempio, il Golfo Persico, India, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka ed Estremo Oriente), conformemente alle condizioni generali di trasporto.

D.B. Group S.p.a. condurrà una verifica accurata su tutti gli addebiti e i supplementi applicati, sperando che questa situazione possa risolversi nel più breve tempo possibile.

Restiamo sempre a tua completa disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.

Il team D.B. Group

 

18.12.2023

Ti informiamo che sono stati segnalati diversi attacchi missilistici che interessano l’area a sud dello Yemen e bloccano il passaggio attraverso il Canale di Suez, un collegamento cruciale tra il Mar Mediterraneo ed il Mar Rosso.

Al momento, le ripercussioni e la durata di questa situazione sono sconosciute.

Numerose compagnie stanno scegliendo di fermare temporaneamente le navi già in viaggio in attesa di una maggiore chiarezza, mentre sempre più vettori scelgono la navigazione intorno al Capo di Buona Speranza, che aggiunge almeno 15 giorni di transit time per i servizi da e per l’Asia verso il Nord Europa e il Mediterraneo orientale.

Continueremo a monitorare da vicino la situazione e sarà nostra cura fornire aggiornamenti in merito alle possibili modifiche di percorso e ai tempi di transito che potranno subire ritardi anche last minute.

Una soluzione alternativa valida è rappresentata dal treno da e per la Cina, sia per FCL sia LCL. Non esitare a contattarci per ricevere maggiori informazioni su questo servizio per le tue spedizioni.

Raccomandiamo, inoltre, di prevedere sempre una copertura assicurativa All Risk per la quale D.B. Group può provvedere con i propri broker di fiducia.

Il team D.B. Group

Attacchi missilistici a navi mercantili nell'area a sud del Canale di Suez

Back to the news