Dual Use e prodotti non listati: il MAECI ordina una nuova clausola Catch-All | D.B. Group

Dual Use e prodotti non listati: il MAECI ordina una nuova clausola Catch-All

20 Novembre 2023

In data 17.07.2023 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 165 il Decreto 10 luglio 2023 del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) in ordine a “Nuove misure di controllo dell'esportazione verso determinati Paesi terzi, di taluni motori a scoppio e relative parti destinati al settore dell'aviazione, in applicazione di quanto previsto dall'art. 9 del decreto legislativo 15 dicembre 2017, n. 221”.

Di cosa si tratta?

Con il Decreto 10 luglio 2023 viene applicata una “Clausola Catch-All” nei confronti di determinati prodotti, esportati verso determinati paesi.
Più precisamente tale clausola prevede il rilascio di un’autorizzazione preventiva per poter effettuare operazioni  di esportazione, di fornitura  di  servizi  di  intermediazione  e  di assistenza tecnica, aventi ad oggetto determinati prodotti Dual Use “non listati” (di cui si farà menzione di seguito), destinati verso i seguenti paesi:

  • Repubblica di Armenia;
  • Repubblica islamica dell'Iran;
  • Repubblica del Kazakistan;
  • Repubblica del Kirghizistan.

 
Quali sono i prodotti Dual Use “non listati” oggetto di restrizioni in export?

Il Decreto 10 luglio 2023, all’art. 1 co. 1 attenziona i seguenti prodotti utilizzati nel settore dell’aviazione:
 
a) motori a pistone alternativo o rotativo, con accensione a scintilla (motori a scoppio) utilizzabili nel settore dell’aviazione. Per «settore dell’aviazione» sono da intendersi: aeroplani, veicoli aerei senza pilota (c.d. UAVs), elicotteri, autogiri, aerei ibridi o modelli radio-controllati;
 
b) parti riconoscibili come destinate, esclusivamente o principalmente, ai motori di cui alla lettera a) .

 

Per quale motivo il MAECI ha adottato tale clausola Catch-All?

Il MAECI, con la clausola Catch-All del Decreto 10 luglio 2023, intende contrastare i rischi di elusione delle sanzioni adottate contro la Russia e la Bielorussia per il conflitto con l’Ucraina.

 

Come deve comportarsi l’operatore economico italiano?

Chi intende esportare dall’Italia motori a pistone o a scoppio e loro componenti o intende fornire servizi di intermediazione e di assistenza tecnica di tali prodotti verso Armenia, Iran, Kazakistan e Kirghizistan dovrà:

  • effettuare una valutazione tecnica della propria merce e del Paese verso cui è destinata al fine di comprendere se tale operazione è coinvolta nella clausola Catch-All del Decreto 10 luglio 2023;
  • nel caso in cui i prodotti rientrassero nella restrizione di cui all’art. 1 co. 1 del decreto 10 luglio 2023, l’operatore economico dovrà ottenere preventivamente dal MAECI l’autorizzazione a compiere le operazioni in esportazione.

 

Per qualsiasi ulteriore informazione il reparto Customs Consultancy è a tua disposizione customs.consultancy@bessegato.it

 

Container

Back to the news